Notizie

Una proposta per un Economia Circolare (CE) per i profili in vetroresina: il progetto “UnlockCE”

TOP GLASS Industries è partner del progetto “UnlockCE” il cui capofila è l’Università Politecnico di Milano. Il progetto è stato presentato al programma di finanziamento europeo UE Horizon 2020.

OBBIETTIVI

Lo scopo del programma è quello di dimostrare soluzioni sistemiche per la diffusione territoriale di un’economia circolare.
In questo ampio progetto, l’obbiettivo di Top Glass è quello di comprovare e facilitare soluzioni sistemiche di economia circolare per i prodotti FRP nel proprio territorio.
A partire dallo studio del nostro caso aziendale e l’analisi del design dei prodotti, svilupperemo uno specifico processo di demanufacturing, reprocessing e remanufacturing (smantellamento, ritrattamento e rigenerazione).
Il risultato finale sarà un nuovo prodotto realizzato con materie prime secondarie ad alto valore aggiunto.

ANALISI DEL CASO AZIENDALE TOP GLASS

Il progetto coinvolgerà, oltre a Top Glass, anche altri partner. Il processo inizia con la raccolta degli scarti derivanti della produzione e dei prodotti a fine vita .
Il materiale ricavato sarà successivamente frantumato con un processo meccanico ed una materia prima secondaria sarà rilavorata e vagliata per generare un materiale adatto ad un nuovo ciclo produttivo.

Top Glass si occuperà anche dello studio dell’LCA (Life Cycle Analysis) del prodotto analizzando il normale processo produttivo ed il suo impatto ambientale. Partendo dalla produzione, all’uso e allo smaltimento di un profilo pultruso. Questo sarà confrontato con quello derivante dal trattamento degli scarti e prodotti a fine vita ed il loro conseguente riutilizzo come materia prima secondaria in diversi cicli di produzione. Includerà anche la logistica, i processi di demanufacturing, reprocessing e remanufacturing.
L’analisi permetterà di chiarire le differenze dell’impatto ambientale di un approccio “craddle-to-craddle” che considera i rifiuti come una risorsa eterna rispetto all’attuale sistema lineare chiamato “craddle-to-grave”.

Il progetto “UnlockCE” raggruppa molti partner internazionali che lavorano con ruoli diversi, con un totale di circa 60 partecipanti.
20 partner provengono dall’Italia (regione Lombardia), 10 dai Paesi Baschi, 10 dalla Sassonia e altri dalla Scozia, dall’Europa nordica, dall’Europa centro-orientale.