Elettrotecnico

I profili ELETTROTECNICI TRIGLASS®  in composito (VTR – GRP – PRFV), rinforzati con fibra di vetro, sono da tempo ampiamente utilizzati nel mercato elettrotecnico.
I profili pultrusi sono insostituibili nelle produzioni di apparecchiature elettriche, come trasformatori a secco, motori elettrici e bobine.
A seconda della loro sezione, vengono disposti a protezione degli spigoli del nucleo (stecche d’angolo) o a intervalli regolari sulle facce del nucleo stesso (dogbone).
Svolgono le importanti funzioni di supporto distanziale isolante per le spire degli avvolgimenti, assicurando contemporaneamente i necessari canali di ventilazione interni tra i vari strati del prodotto.
Il loro punto di forza principale è l’ottimo isolamento elettrico: questa caratteristica rende il prodotto ideale per l’utilizzo nei sistemi sopra descritti dove le correnti elettriche in gioco sono molto alte. Su richiesta, sono possibili anche produzioni in formulazione autoestinguente UL 94V0 senza alogeni. Tutti i prodotti rispettano la direttiva europea Rohs 2011/65/CE sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Garantiscono inoltre la Classe Termica F e H (temperature di esercizio rispettivamente di 155°C e 180°C) in funzione della matrice polimerica utilizzata per la produzione.
I profili TRIGLASS®  elettrotecnici sono tutti stati testati in laboratorio al fine di garantire le specifiche tecniche sopra descritte.
Top Glass tiene a magazzino un’ampia gamma di profili per soddisfare velocemente le richieste dei clienti. É possibile effettuare tagli a misura prima dell’imballo definitivo.


Possibili applicazioni

  • Apparecchiature elettriche
  • Bobine
  • Motori elettrici
  • Trasformatori a secco

I vantaggi dei nostri prodotti nel settore: Elettrotecnico

I materiali a base di fibre di vetro e polimeri termoindurenti hanno grandi capacità dielettriche. Entrambi i componenti sono intrinsecamente degli eccellenti isolanti elettrici. Questa proprietà si esplica attraverso ottimi comportamenti all’arco elettrico, al tracking e di resistività superficiale e volumica.

I materiali compositi a base di fibra di vetro hanno dei coefficienti di conducibilità termica molto bassi, intorno a 0,3 W/mK. Questa caratteristica offre notevoli vantaggi in tutte quelle applicazioni in cui un dispendio energetico avrebbe un impatto negativo, sia economico che funzionale, in particolare nel campo dell’edilizia e dell’isolamento termico in generale.

Il peso specifico dei materiali pultrusi è di circa 1.8 g/cm³, dunque molto più leggero dell’acciaio ( 7.85 g/cm³ ) e dell’alluminio (2.7 g/cm³). L’elevato rapporto prestazioni/peso permette la progettazione di strutture a basso impatto energetico. Inoltre la leggerezza influenza positivamente le attività legate alla movimentazione ed alla logistica. Un altro parametro legato a questo attributo è la bassa risposta alle forze inerziali in caso di progettazione in zona sismica.

Predire la durata dei materiali compositi è parte di uno studio che Top Glass ha condotto per molto tempo. Le conclusioni suggeriscono ottimi comportamenti anche all'esterno ed in condizioni atmosferiche avverse. Naturalmente particolari condizioni funzionali devono essere valutate in modo specifico ai fini della scelta delle materie prime più adeguate atte ad ottimizzare le proprietà meccaniche ed estetiche di lungo termine.

Top Glass ha sviluppato da più di 20 anni prodotti conformi alle norme più restrittive di resistenza al fuoco. Grazie infatti alla formulazione e l’impiego di resine acriliche modificate secondo il proprio know-how Top Glass produce profili pultrusi con elevate proprietà di reazione al fuoco e con bassissima emissione di fumi opachi e/o tossici conservando ottime resistenze fisico-meccaniche.

I compositi hanno ottime capacità di resistere ad ambienti ad elevata aggressività chimica. L’ampia scelta di resine rende possibile la progettazione di materiali atti ad essere usati in contatto con svariate sostanze chimiche, in particolare a carattere acido, alcalino o solvente.

L’ampia scelta di resine rende possibile la progettazione di materiali atti ad essere usati in contatto con svariate sostanze chimiche, in particolare a carattere acido, alcalino o solvente.

Le caratteristiche meccaniche dei compositi sono elevate e personalizzabili usufruendo dell’anisotropia delle strutture di rinforzo. Le proprietà più elevate sono in direzione longitudinale, coincidente con la direzione di esecuzione del processo di pultrusione: lungo questa direzione le resistenze sono paragonabili a quelle dell’acciaio. Nel caso di compositi unidirezionali i valori di resistenza longitudinale possono risultare anche tripli rispetti a quelli dell’acciaio. Contrariamente ai materiali metallici tradizionali, il comportamento dei profili pultrusi è elasto-fragile fino a rottura.

La struttura amorfa dei compositi si presta a resistere molto bene ad ampie escursioni termiche senza presentare fenomeni significativi di deformazione permanente delle sezioni. La risposta del materiale ai carichi applicati avviene praticamente sempre in campo elastico, con modesti fenomeni viscoelastici e conseguente stabilità.

I prodotti principali utilizzati nel settore Elettrotecnico